« | Home | »

Resoconto Vicenza Oro Winter – Prima Parte –

Autore: Fabio Dell'Orto | 10 febbraio 2012

Siamo ora in grado di fare un bilancio in merito alla manifestazione VICENZAORO Winter, Salone internazionale dell’oreficeria e gioielleria e di T – Gold, Salone internazionale dedicato ai macchinari ed alla strumentazione per oreficeria e preziosi organizzati da Fiera di Vicenza, chiusa lo scorso 19 gennaio. Trovate qui di seguito alcuni commenti e riflessioni sulla 6 giorni appena conclusa.

Erano 1403 i marchi/collezioni presenti, di cui 410 provenienti da oltre 31 Paesi del mondo; la partecipazione italiana ha registrato la presenza di tutte le più importanti aziende che operano nei diversi distretti produttivi della Nazione.
Il mondo di T-Gold ha visto protagoniste 118 aziende manifatturiere, di cui 84 italiane e le altre provenienti da 10 Paesi.

I dati a consuntivo confermano le prime proiezioni: circa 7.500 le presenze straniere, mentre quelle italiane si sono attestate intorno alle 8.650.
L’aumento complessivo dei buyers provenienti dall’estero, rispetto all’Edizione di settembre 2011, compensa alcune defezioni significative, del tutto prevedibili, come quelle di alcuni Paesi dell’Unione Europea, tra cui l’Italia.

Complessivamente, la presenza dei buyers per i 6 giorni di Manifestazione ha registrato il dato delle oltre 27.000 visite a VICENZAORO Winter e T-Gold 2012, confermando la leadership del Salone di Vicenza quale anteprima mondiale delle ultime tendenze di oro e gioielli dedicata alla distribuzione mondiale.
Il nuovo format messo a punto per VICENZAORO Winter ha qualificato la piattaforma espositiva, con contenuti forti e specializzazioni innovative ed ha ottimizzato il lavoro di buyer e aziende.

Nuove maison del gioiello si sono aggiunte alla community di VICENZAORO con l’ingresso di prestigiosi brand internazionali. Si sono rafforzate la proiezione internazionale della Fiera di Vicenza e la capacità di leggere ed interpretare le dinamiche del mercato e l’evoluzione di trend di prodotto.
VICENZAORO ha evidenziato un’interessante vitalità della produzione gioielliera mondiale, con un’offerta fortemente incentrata sulle nuove tendenze, design ed innovazione e la volontà della produzione made in Italy di imporsi a livello internazionale per le sue eccellenze.

I buyer provenienti da 120 Paesi diversi hanno manifestato interesse e buona propensione rispetto alle collezioni presentate. Interessanti performance sono state raggiunte da Brasile, Russia, da alcune economie dell’Europa Centro-Orientale e dall’area del Golfo. Risultati leggermente in calo sono stati ottenuti da alcuni mercati consolidati come Francia, Germania, Grecia, Portogallo, com’era atteso alla luce del quadro economico-finanziario dell’area.

Molto consenso ha suscitato il tema conduttore, “Ordinary is over Ordinary is back”, proposto ed esplorato nel corso dell’opening e in tutto il dispiegarsi degli eventi collaterali: una sorta di ‘manifesto’ rivolto al sistema della gioielleria ed oreficeria sull’atteggiamento culturale da adottare alla luce dei grandi cambiamenti in corso delle attitudini del consumatore evoluto.

Customer care MPSHOP, Vendita On Line Orologi e Gioielli.

Leggi la seconda parte di questo articolo.

Categoria: Notizie | Nessun Commento »

:Resoconto Vicenza Oro Winter - Prima Parte - :Resoconto Vicenza Oro Winter - Prima Parte - :Resoconto Vicenza Oro Winter - Prima Parte -

Commenti