« | Home | »

Il Design orafo: arma letale contro la crisi

Autore: Enrico | 11 gennaio 2012

Una delle caratteristiche che rendono il popolo Italiano efficace nel mondo è sicuramente la creatività.

La nostra fantasia è apprezzata ad ogni livello e in ogni circostanza.

Unita ad un innato senso artistico che ci deriva forse da un passato glorioso, noi Italiani riusciamo ad esprimerci con facilità nei vari campi del sentimento.

Nel mondo orafo, questa nostra sensibilità può facilmente sfociare in una risorsa.

Ecco perchè i disegni artistici legati all’oreficeria e alla gioielleria parlano spesso con l’idioma di Dante.

E’ normale quindi che nel nostro Paese nascano realtà orgogliose e rigogliose legate a questi aspetti.

Una di queste è la Scuola di Design orafo tenuta dalla stilista con vocazione artistica Luisa Arrais, con studio corrente in Firenze ma dalla chiara origine sarda.

La Prof.ssa Arrais ha fondato alcuni anni orsono un’affermata Scuola di disegno.

l

Luisa Arrais è Maestro d’Arte. Il suo Curriculum accademico è degno di nota, avendo frequentato l’Istituto Statale d’Arte di Firenze nella sezione di Oreficeria, la Scuola Libera di nudo dell’Accademia delle Belle Arti, e addirittura un corso per montatore orafo.

La sua sensibilità artistica la porta poi al Design, diventando docente presso l’americana Art Fuji Studio.

Nell’anno 2000 fonda lo Studio Arrais, nel quale attualmente svolge le mansioni di docente e di dirigente.

Abbiamo ottenuto la gentile disponibilità per un’intervista a tutto campo sui grandi temi ricorrenti nella Gioielleria Italiana, con chiari riferimenti alla situzione attuale del mercato e dello stato artistico nel settore.

La Prof.ssa Arrais, accettando di rispondere a tutto tondo alle domande, non ha potuto nascondere la sua grande dinamicità e il coraggio di scelte che derivano da analisi in cui prevale il cuore.

Pubblichiamo il testo integrale dell’intervista:

IlBlogdeiGioielli: Come nasce l’idea di una Scuola di Disegno Orafo?
Luisa Arrais: L’idea di una scuola di disegno orafo, nasce per creare dei gioielli esclusivi, con un impronta tutta italiana. In un mercato in cui il prodotto cinese invade il mercato mondiale, e l’artigianato italiano fatica andare avanti. Ho pensato che il design professionale poteva essere un arma concorrenziale al colosso cinese e indiano. Inoltre la professionalità legata ad un discorso sempre in movimento di idee, poteva  sviluppare un modello, la cui creatività fa parte del nostro bagaglio artistico culturale.

IlBlodeiGioielli. Il Design Orafo assume nella moderna Gioielleria un interesse sempre crescente, ritiene che ciò sia dovuto al bisogno di esclusività nell’indossare un gioiello?
Luisa Arrais: Penso proprio di si. La gente è stanca di vedere, il copia- copia dei gioielli, e di vederli come investimento. Ci si vuole adornare il corpo con degli oggetti particolari, studiati nella forma, adatti al nostro modo di fare.
Poi, c’ è un discorso di  mercato che sta diventando sempre più esclusivo, si guarda più al design indossabile e comodo. E trasformabile.(Vedi Ikea)

IlBlogdeiGioielli: Quale ruolo può rivestire la figura del Designer di Gioielleria nell’ambito di un rilancio del settore nel periodo post-crisi?
Luisa Arrais: Un ruolo estremamente fondamentale. Il designer di gioielli, può veramente aiutare le aziende ad uscire dalla stagnazione. Bisogna dare un nuovo ruolo al disegnatore orafo . Puntare sui giovani, prepararli a crescere creativamente, abituarli ad avere dimestichezza con le proprie idee. Insomma creare dei nuovi creativi, a 360° che abbiamo il senso della globalizzazione.(vedi Facebook)

IlBlogdeiGioielli: Quali sono le regole d’oro per il successo nella creazione di modelli?
Luisa Arrais: Ci sono due regole fondamentali: l’ispirazione verso qualsiasi forma che ti fa sognare, e l’apertura mentale verso nuovi prodotti e nuove tecnologie, non necessariamente orafe.

IlBlogdeiGioielli: Quali sono le fonti della Sua ispirazione personale?
Luisa Arrais: Per me è la natura, è la maestra di tutte le forme. Adoro qualsiasi forma, modellata dal tempo. Cerco in essa l’ispirazione trasformabile, che mi porta all’idea che genererà il gioiello.

IlBlogdeiGioielli: Qual’è il Grande Designer (non necessariamente orafo) che secondo Lei meglio interpreta la disciplina?
Luisa Arrais: Prima tutto indicherei un movimento che ha cambiato le sorti dell’arte, dell’artigianato e dell’architettura. E li che nasce la figura del designer in generale questo è la
BAUHAUS : La scuola d’arte applicata e Istituto superiore di Belle Arti di Weimar.
fu una scuola di architettura, arte, e design nata in Germania, nel  1919, che rappresentò il punto di riferimento fondamentale per tutti i movimenti d’innovazione nel campo del design e dell’architettura legati al razionalismo ed al funzionalismo.
Un grande designer del passato che meglio interpreta la disciplina è René Lalique.

IlBlogdeiGioielli: E quale si avvicina maggiormente al Suo senso artistico?
Luisa Arrais: Non saprei … I grandi designer di gioielli che accompagnano le grandi firme, sono troppo legati al marketing. I designer brasiliani sono veramente innovativi,sviluppano nuove forme, nuovi metodi di taglio gemme, nuove testure, e combinano la tecnologia attuale con un abile lavoro manuale.
Esempio:MANOEL BERNADES
E’ a loro che si avvicina il mio senso artistico.

Be Sociable, Share!

Categoria: Notizie | Nessun Commento »

:Il Design orafo: arma letale contro la crisi :Il Design orafo: arma letale contro la crisi :Il Design orafo: arma letale contro la crisi

Commenti