« | Home | »

Il 17 maggio al corso di Comunicazione della Moda del Suor Orsola si studia il caso della Nardelli Gioielli

Autore: Fabio Dell'Orto | 17 maggio 2010

Il corso della docente Elena Perrella analizza i casi imprenditoriali di successo degli ultimi anni partendo dalle strategie di comunicazione delle aziende “extrasettore” che stanno vincendo le sfide della globalizzazione grazie all’utilizzo delle strategie di comunicazione ben calibrate sul concept aziendale e sul relativo prodotto.

Come le aziende orafe vincono le sfide della globalizzazione? Quali sono le strategie di comunicazione? Da questi interrogativi nasce la testimonianza della Nardelli Gioielli nel Corso in Comunicazione della Moda all’interno del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Napoli Suor Orsola Benincasa tenuto dalla docente Elena Perrella.

Il caso, che sarà affrontato lunedì 17 maggio alle 17 e 30 nell’aula M della sede di Corso Vittorio Emanuele, segue quello delle poltrone per top manager realizzate dalla Vip di Vittorio Pappalardo, il designer definito dalla stampa internazionale come “il sarto delle poltrone su misura”.
Ed il 17 maggio i vertici dell’azienda napoletana illustreranno strategie e azioni che hanno consentito alla Nardelli Gioielli di continuare a consolidarsi ed espandersi pur in questi anni di recessione, con un andamento in controtendenza rispetto al trend del mercato del lusso e dell’oreficeria. A consacrare la crescita dell’azienda anche la prossima apertura a Capri, in programma per giugno, del primo monomarca Nardelli Gioielli.

Un piccolo evento per l’impresa guidata dai fratelli Domenico e Bruno Nardelli, già presente sul tutto il territorio nazionale con circa 500 punti vendita e da alcuni anni proiettata anche su diversi mercati esteri. Ed il gruppo negli ultimi mesi è stato consacrato dalla stampa di settore come il caso aziendale più studiato nelle Università italiane con quasi cento ore dedicate a seminari e laboratori sui brand.

“Per spiegare ai ragazzi le strategie di comunicazione – sottolinea Elena Perrella – ho scelto di partire da casi importanti di aziende che mutuano le strategie e i tempi dal mondo dell’abbigliamento per adattarle ad altri comparti spesso destinatari di politiche di ‘estensione della marca’. E’ il miglior modo per capire come le piccole e medie imprese possano imporsi sul mercato seguendo la scia dei grandi brand. In un corso come Comunicazione della Moda il raccordo con alcune realtà aziendali è funzionale inoltre alla migliore comprensione di quali siano le figure professionali di cui necessita il settore”.

Tags:

Categoria: Notizie | Nessun Commento »

:Il 17 maggio al corso di Comunicazione della Moda del Suor Orsola si studia  il caso della Nardelli Gioielli :Il 17 maggio al corso di Comunicazione della Moda del Suor Orsola si studia  il caso della Nardelli Gioielli :Il 17 maggio al corso di Comunicazione della Moda del Suor Orsola si studia  il caso della Nardelli Gioielli

Commenti