« | Home | »

Francesca Furzi la passione per i gioielli, una storia avvincente, la sua prima collezione

Autore: Fabio Dell'Orto | 28 aprile 2010

La storia di un marchio di gioielli è la storia di come nasce un’ idea, di come cresce all’ unisono con l’animo di chi la disegna.
Francesca Furzi è una designer, vive a Torino e la sua prima collezione di gioielli è frutto del suo percorso di vita, degli studi e delle esperienze che caratterizzano il suo stile.

Gioielli Francesca Furzi

E’ nata in una terra che conserva ancora un profondo legame con gli antichi mestieri e le tradizioni rurali, la Toscana.

Nel piccolo paese natio, alle pendici del Monte Amiata, Francesca subiva il fascino dei gioielli antichi di famiglia, creati dalle mani di abili orafi dell’ Ottocento.

Trasferitasi a Roma, nella culla dell’arte e della storia, decise di iniziare gli studi artistici.
Era affascinata dalla scultura, dalle forme morbide e decise, dal marmo lucente, dall’idea di poter dare vita ed emozione ad una pietra e trasformare in realtà la sua immaginazione.
Un percorso di ricerca della perfezione che l’ha poi portata a laurearsi in design industriale, con l’obiettivo di unire l’armonia del disegno alla concretezza, perché il bello oltre che osservato va anche vissuto.

Una volta completati gli studi, si è trasferita a Milano e poi a Torino dove ha iniziato a lavorare presso le più importanti aziende di stile, per poi specializzarsi nel design dell’automobile.

Arte e tecnica, un felice incontro aperto a soluzioni nuove ed imprevedibili.
Nella città della moda Francesca ha subito l’influenza metropolitana della ricerca di nuovi trend, come sviluppare in modo nuovo e personale le tendenze più attuali e anticipare quelle future. E nel settore automotive, con Alfa Romeo, ha raffinato il suo senso estetico legato alla modernità e al lusso.

La passione per i gioielli però non l’ha mai abbandonata.
E così ha deciso di vivere un’ altra importante esperienza, volta ad assecondare quella passione che coltivava fin da bambina. Per farlo ha scelto di partire dalla manualità. Capire cosa c’è dopo l’idea, come prende forma un gioiello, come si modella il metallo, come si incastona una pietra, come l’oro si può trasformare in emozione.

Si è trasferita a Bassano del Grappa presso un’ importante azienda orafa che le ha dato la possibilità
di imparare non solo a disegnare, ma anche a costruire un gioiello. E’ questa esperienza la pietra miliare della sua crescita. Qui fa i primi schizzi di quelli che poi saranno i gioielli della sua prima collezione.

Ritornata a Milano e trasferitasi poi a Torino, città dell’automobile, alle giornate di lavoro negli uffici stile di Lancia, seguivano nottate trascorse a perfezionare le linee dei suoi gioielli.

Oggi finalmente quelle linee vivono nella sua prima collezione composta da anelli e orecchini, tutti prodotti in Italia artigianalmente e numerati.
Una collezione nata dalla ricerca del bello e frutto della tradizione e dell’intenso percorso di lavoro e di vita di Francesca Furzi.

Categoria: Marchi Di Gioielleria | 2 Commenti »

:Francesca Furzi la passione per i gioielli, una storia avvincente, la sua prima collezione :Francesca Furzi la passione per i gioielli, una storia avvincente, la sua prima collezione :Francesca Furzi la passione per i gioielli, una storia avvincente, la sua prima collezione

2 Commenti del Post “Francesca Furzi la passione per i gioielli, una storia avvincente, la sua prima collezione”

  1. Gli anelli di Francesca Furzi, carica evocativa e materiali preziosi Ha scritto questo commento il:
    5 maggio 2010 alle 08:51

    […] prima collezione di gioielli di Francesca Furzi, costituita soprattutto da anelli e orecchini, e prodotta interamente in Italia, spicca soprattutto […]

  2. Anelli romantici e preziosi per Francesca Furzi, l’essenza del bello Ha scritto questo commento il:
    27 maggio 2010 alle 06:51

    […] Francesca Furzi ha sempre puntato nel realizzare i proprio gioielli sull’equilibrio tra tradizione e innovazione, per oggetti destinati a lasciare un segno duraturo nella vita di una donna e di chi le è accanto. […]

Commenti