« | Home | »

Ripristino di un Portachiave in Argento.

Autore: Fabio Dell'Orto | 18 aprile 2014

Ci sono oggetti ai quali è difficili separarsi: moderni amuleti che vivono sul filo dei ricordi.

Come può essere una moneta, preziosa sia per il suo valore numismatico che per il materiale (Argento) ricordo (forse) di un viaggio lontano.

Facile quindi che, di fronte ad una accidentale rottura che renda impossibile un suo utilizzo, si scelga di dare nuova vita ad un oggetto a cui si è affezionati.

Qui entra in gioco l’abilità dell’Artigiano Orafo affidando alla manualità di quest’ultimo il successo di questa operazione.

Il Portachiave. Prima e Dopo.

Il Portachiave. Prima e Dopo.

Noi ci siamo affidati ad un fidato collaboratore, Luigi Carabelli, che da più di una generazione ha scelto di misurarsi quotidianamente con queste singolari operazioni di manualità che possono essere nel loro piccole sfide da cui solo con abilità si può uscire vittoriosi.

Il castone che precedentemente custodiva la Moneta di conio Mexicano era formato da un sistema di punte di cui alcune, logore, mancavano all’appello.

La scelta è stata quella di optare per un castone a giro, esteticamente più gradevole con il risultato di bloccare saldamente la moneta nella sua posizione lasciandola comunque intatta.

La Barra di Partenza

La Barra di Partenza

Pensate che si è partiti da una piccola barra piatta in argento per giungere a realizzare un castone a mezza canna. Un intervento minuzioso in cui la barra d’origine è stata schiacciata grazie ad uno strumento, che si chiama tassetto,
al punto da ottenere una forma tale da avvolgere il profilo della moneta.

L'Intervento con il Tassetto

L’Intervento con il Tassetto

Al banchetto, poi, non solo si da una forma ma anche una dimensione, come con un abito sartoriale, che calzi alla perfezione alla moneta.

La Moneta alla Prova

La Moneta alla Prova

Il tocco d’artista lo si vede anche nell’opera che porta a porre sull’anello una barra, dimensionata alla necessità, filettata e tagliata nel suo mezzo per consentire di aprire l’anello da poco realizzato.

Dimensionata alla Necessità

Dimensionata alla Necessità

Un’opera di adattamento e compatibilità al resto del portachiave che, anche grazie ad un passaggio sotto la pulitrice, ha riacquistato lo splendore dei primi tempi.

La ricetta per dare nuova vita ad un Portachiave tutta in un post, corredato da foto, che ripercorrono un percorso in laboratorio.

Categoria: Laboratorio Orafo | Nessun Commento »

:Ripristino di un Portachiave in Argento. :Ripristino di un Portachiave in Argento. :Ripristino di un Portachiave in Argento.

Commenti