« | Home | »

Nuovo corso HRD su Rubini, Zaffiri e Smeraldi

Autore: Enrico | 11 giugno 2014

septÈ stato confermato per i giorni da lunedì 15 a venerdì 19 settembre a Milano il nuovo corso specialistico HRD Antwerp dedicato alle nuove frontiere dell’identificazione di Rubini, Zaffiri e Smeraldi, sulla base dei recenti e impegnativi trattamenti, e tenuto dalla Dr.ssa Sabina Belloni.

L’istituto gemmologico belga è tra quelli di altissimo livello che hanno più a cuore la divulgazione e l’approfondimento in materia gemmologica, per creare una professionalità ineccepibile tra i Gemmologi, impegnati in modo sempre più pressante nella separazione delle gemme naturali da quelle arricchite artificialmente o totalmente artefatte.

Il mercato risulta infatti fortemente influenzato dall’inserimento di gemme trattate in maniera sempre più tecnica, in virtù delle nuove tecnologie di laboratorio, e sebbene alcuni dei produttori ne dichiarino apertamente le caratteristiche e le chiavi di lettura, non è infrequente trovarsi in possesso di materiale ritenuto naturale, ma che in realtà non lo è.

La Storia della Gioielleria insegna che ogni introduzione di materiale sintetico, suscita nell’immediato una contrazione del mercato, per il diffuso timore di incorrere in sintetici o trattati, ma già nel breve termine la situazione si evolve a favore di una forte richiesta di naturale, divenuto quindi appetibile e prestigioso.

La chiave di separazione tra pietre di laboratorio e naturali è quindi determinante per i professionisti, ed ha visto affermarsi in modo ormai perentorio la figura del Gemmologo, il quale non sempre è identificabile nella stessa persona del venditore.

Tutti i laboratori di analisi e gli Istituti Gemmologici mondiali, non cessano di raccomandare all’acquirente di richiedere una documentazione o una certificazione attendibile al momento dell’acquisto di una più gemme, siano esse “sciolte” o incastonate su gioielli, senza le quali l’acquisto sarebbe sicuramente a rischio.

Purtroppo, o per fortuna a seconda dei punti di vista, il mercato stesso ha selezionato una serie piuttosto esigua di Istituti Gemmologici, laboratori o Gemmologi indipendenti che riscuotono la fiducia a 360°, e tra i quali HRD Antwerp figura ai primissimi posti.

Il documento che accompagna le gemme deve avere quindi alcuni specifici requisiti, oltre all’attendibilità di chi lo emette, ovvero il rendere la gemma riconoscibile e identificabile attraverso le caratteristiche ottiche e descrittive, nonchè da quei parametri chimici e fisici che solo un gemmologo può rilevare.

A questo proposito il corso organizzato da HRD Antwerp per settembre prossimo assume un importanza notevole, vuoi per l’attualità della materia trattata, sia per la delicatezza dell’argomento, molto sentito tra gli addetti ai lavori, che con le loro analisi mettono in gioco lka loro immagine e la loro professionalità ogniqualvolta firmano un documento.

I Gemmologi iscritti al Collegio Italiano Gemmologi devono infatti sottostare ad una normativa molto rigida che tutela il proprietario della gemma in modo inequivocabile. Essi sono tenuti a possedere in dotazione un numero importante di strumenti i quali devono essere aggiornati secondo standard dettati dal Collegio stesso, e devono sottoporsi a stage di aggiornamento continui.

Il corso che sarà tenuto dalla Dr.ssa Belloni, una delle insegnanti più quotate in ambito nazionale e internazionale, prevede anche l’osservazione diretta di materiali attinenti allo studio, e consente il commento da parte dei partecipanti in relazione ai nuovi tipi di trattamento, con sofisticati strumenti a disposizione.

Per le iscrizioni ci si può rivolgere ai recapiti personali della Dottoressa Belloni, cellulare +39 347 7816 759, email sabigem@yahoo.it.

Aggiornamenti di carattere generale si possono avere anche consultando il sito accademico di HRD Antwerp

 

Categoria: Il Laboratorio di Enrico | Nessun Commento »

:Nuovo corso HRD su Rubini, Zaffiri e Smeraldi :Nuovo corso HRD su Rubini, Zaffiri e Smeraldi :Nuovo corso HRD su Rubini, Zaffiri e Smeraldi

Commenti