I gioielli Cartier approdano a Porto Cervo con un nuovo flagship esclusivo

Ha aperto a giugno a Porto Cervo, in via La Passeggiata, lungo la strada consacrata allo shopping più lussuoso, una nuova boutique Cartier, ideata dall’architetto Bruno Moinard e ispirata al nuovo concetto di boutique che la Maison sta applicando in tutto il mondo.

A Porto Cervo, una delle capitali del turismo internazionale più esclusivo, Cartier punta decisamente su una connotazione di prestigio, proponendo alla esigentissima clientela della Costa Smeralda uno scrigno ideale per scoprire pezzi d’eccezione, spesso unici.

Cartier

Lo stile e i materiali riprendono l’eleganza classica che connota ormai tutte le boutique Cartier realizzate dall’architetto Bruno Moinard: rifiniture in bronzo, specchi, pavimentazione in pietra ricoperta da un grande tappeto, pareti rivestite con un tessuto raro utilizzato nell’alta gioielleria e boiserie in legno pregiato.

All’interno del nuovo punto vendita saranno presenti tutte le principali collezioni dell’alta gioielleria Cartier, come i gioielli della collezione Panthere, ultimo omaggio reso al suo animale icona ormai famoso in tutto il mondo, ma anche mantelli di diamanti maculati di zaffiri o di onice, teste di pantera stilizzate in oro bianco o giallo con occhi di smeraldo, o ancora pantere a figura intera su anelli, spille, bracciali e orecchini e preziosi collier con pendenti

[techtags:cartier]

I gioielli storici di Cartier in mostra a Pechino, per rendere omaggio alla cultura cinese

Gioielli Cartier a PechinoLa cosiddetta Città Imperiale, Pechino, ha aperto le porte ad uno dei marchi storici del lusso, Cartier.
Una mostra dei più bei gioielli storici della maison Cartier, nata a metà dell’Ottocento, infatti, sarà ospitata al Palazzo Imperiale di Pechino fino al 22 novembre.

All’interno dell’esposizione, dal titolo “Cartier Treasures: King of Jewelers, Jewelers to Kings“, saranno presenti i pezzi migliori, oltre 350 gioielli di immenso valore, che hanno fatto la storia del marchio, dalla sua fondazione fino agli anni Settanta.

In particolare sono presenti esemplari che mostrano il legame e l’influenza che la cultura cinese ha avuto sullo stile Cartier. A completare la mostra che rende omaggio a una grande e importante tradizione, la presenza di altre creazioni provenienti dall’archivio storico di Cartier per un totale di oltre 1360 pezzi.
Pezzi d’antiquariato preziosissimi ed esclusivi che riuniscono le essenze dell’Oriente e il mondo occidentale.

Tra i più famosi e spettacolari gioielli in mostra il Panther-Pattern, l’orologio spilla prodotto nel 1915, realizzato in platino e diamanti e il Large Portique Mystery, un grande orologio che risale al 1923, anch’esso in platino con inserti e applicazioni in oro e diamanti rosa.
O ancora le celebri linee di gioielli “Tutti frutti” o “Les Must de Cartier” e uno dei pezzi che da sempre ormai identifica la maison nel mondo, la famosa spilla “Bestiary” a forma di pantera, creata nel 1940.

Continua a leggere